Salerno: Violentano la nipotinadieci anni a nonno e zio

Condannati nonno e zio con l’accusa più infame, gli atti sessuali compiuti nei confronti della nipote, una bambina innocente di pochi anni. A. G., 64 anni, e C. G., 36 anni, sono stati puniti dalla seconda sezione penale del tribunale di Salerno. Il nonno deve scontare tre anni e mezzo di reclusione. Lo zio è stato punito con il doppio della pena, sette anni di reclusione.  Il collegio giudicante era composto dai magistrati Sorrentino, Cioffi e Piccirillo.
Assolta la nonna della bimba.
L'orrore domestico per la piccola di Bellizzi è iniziato in viale della Repubblica, nel gennaio del 2001. La vittima aveva compiuto da poco un anno. L’incubo è finito nel luglio del 2007, quando gli assistenti sociali del comune di Bellizzi strapparono la bimba dalle grinfie del nonno e dello zio. La piccola è stata affidata a un'altra famiglia, ha iniziato un'altra vita. Oggi è quasi maggiorenne.
La ragazza si è costituita parte civile, in aula era rappresentata dall'avvocato Nicola Melchionda. La giovane vittima di Bellizzi riceverà una provvisionale di 30 mila euro. Gli altri danni economici saranno quantificati dal tribunale civile.
I tre imputati erano difesi dagli avvocati Fausto Vecchio, Enrico Giovine ed Emanuela Rossomando. Tra novanta giorni verranno pubblicate le motivazioni della sentenza. Gli avvocati faranno ricorso in appello. Fonte Il Mattino


2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07