La depressione colpisce il 5% degli italiani: come prevenirla e curarla

La depressione colpisce 2,6 milioni di italiani, ovvero una persona su 23. Il dato, riportato dall'ultima indagine dell’Istat, elenca anche cosa può innescare questo disturbo dell’umore: gravi problemi economici, una malattia debilitante, eventi dolorosi e perdita del lavoro. Questi sono soltanto alcuni dei dati di cui si discuterà l'8 aprile dalle 20.30 in occasione del cinquantesimo anniversario della casa di cura "Le Betulle"  ad Appiano Gentile (Como).
Ideata dal professor Augusto Guida, che riunì intorno a sé un gruppo di medici psichiatri all’avanguardia, la struttura nacque con un indirizzo neuro–psichiatrico aperto verso tutte le patologie della psiche: dai disturbi nevrotici, ansiosi ai più gravi disturbi dell'umore. Si tratta di una ricorrenza di particolare rilevanza nella storia del trattamento dei pazienti psichiatrici in Italia, in quanto il centro anticipò di 12 anni molte delle idee alla base della Riforma Basaglia del 1978. Alla ricorrenza, che vedrà la partecipazione di importanti esponenti del mondo accademico, si discuterà non solo di depressione, ma anche di ludopatia e alcolismo.

Per tanti riconoscere malattie come la depressione e ricorrere a un medico è ancora difficoltoso. E i numeri parlano chiaro: “Per i pregiudizi e scarsa informazione - dice la dottoressa Elisabetta Guida, Direttore del reparto per i Disturbi dell’Umore e d’Ansia presso la Casa di Cura Le Betulle - solo un paziente su quattro accede a una visita specialistica”. Non solo adulti ma anche bambini e adolescenti possono essere colpiti da questo disturbo: “Il 3% dei bambini e il 17% dei ragazzi si ammala di depressione - continua la dottoressa - Non bisogna trascurare questa malattia. Un incontro con lo specialista può certamente aiutare la persona depressa".Fonte Il Messaggero


2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07