Cosparge di alcool la convivente e le dà fuoco davanti a figli

Ha cosparso di alcool la convivente e le ha dato fuoco. E' accaduto a Tuglie, in provincia di Lecce, ieri, in tarda serata, durante una lite banale e alla presenza dei figlioletti di 1 e 3 anni. La donna, dopo l'arrivo in casa dei carabinieri, è stata trasportata d’urgenza all’Ospedale di Brindisi, dove si trova ricoverata in prognosi riservata, per le ustioni di secondo e terzo grado riportate in varie parti del corpo.

Il presunto responsabile E.I.A., rumeno di 24 anni, con precedenti per furto e altri reati contro il patrimonio, è stato arrestato. Più volte aveva aggredito la compagna sempre alla presenza dei piccoli. Ieri soltanto l'arrivo del personale medico del 118 e dei carabinieri della Stazione di Sannicola, allertati dallo stesso autore del reato, evidentemente impaurito per gli effetti del proprio gesto sulla povera malcapitata, ha consentito di evitare che si concludesse in maniera ancora più tragica.
La donna, una rumena coetanea dell’uomo, è stata tranquillizzata e dopo aver ricevuto le prime cure ospedaliere, è stata sentita dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Brindisi, avvisati dai colleghi leccesi. Dapprima ha sminuito la gravità del fatto, forse temendo conseguenze ancora peggiori una volta tornata a casa, e lo ha attribuito a una causa accidentale.

Gli inquirenti non le hanno creduto e così, dopo essere stata rassicurata, è scoppiata in un pianto liberatorio e ha ricostruito insieme ai carabinieri quanto realmente accaduto. L'uomo deve rispondere di lesioni gravi. Ora si trova in carcere.   Fonte Adnkronks


2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07