Cinque cose che pubblichi su Facebook ​e che denotano una bassa autostima

Ognuno di noi, sui social network, condivide contenuti diversi dagli altri. C'è chi racconta interamente la propria giornata, documentando tutto con foto e selfie, chi invece ha un ridotto numero di contenuti pubblicati e chi sceglie volontariamente di non mettere immagini personali. Ma questi sono solamente alcuni tipi di utilizzo dei social. Facebook, il più diffuso al mondo, è considerato dagli psicologi un ottimo strumento per definire la personalità di ogni singolo utente.

È proprio in base ai contenuti che è possibile determinare la personalità di ciascuno di noi, ma alcuni psicologi hanno suggerito cinque comportamenti, molto diffusi, che denoterebbero mancanze di autostima più o meno gravi. Il motivo è che la ricerca di like a tutti costi indica che si ha seriamente bisogno dell'approvazione degli altri, nella maggior parte dei casi perché non si sta bene con noi stessi. Ecco quali sono:

1) Le foto del cibo: interessano poco agli altri, e la necessità di mostrarlo agli amici sembra solo un modo per richiamare l'attenzione.
2) Pubblicare la posizione: può sembrare strano, ma anche dover far sapere di essere a un concerto, in una piazza o in un aeroporto prima di un viaggio è un modo di richiamare l'attenzione e cercare di apparire a tutti i costi.
3) Pubblicare i selfie: potrebbe sembrare il contrario, ma la mania dei selfie indica, più che un narcisismo, una spasmodica ricerca del profilo e dell'angolo migliore. Sintomo, questo, che spesso gli utenti non si piacciono veramente. Per non parlare di chi pubblica selfie ritoccati con Photoshop...
4) Aggiornare lo stato d'animo: fatevene una ragione, ma oltre la famiglia e i migliori amici a nessuno importa come vi sentite. Se siete felici, vivete la vita reale invece di perdere tempo ad annunciarlo su Facebook. E se siete tristi, cercate di cambiare le cose invece di contagiare gli altri utenti con la negatività.
5) Pubblicare i nuovi acquisti: i centri commerciali ormai spuntano a vista d'occhio ovunque, che motivo c'è di sentirsi speciali per aver fatto un po' di shopping? Stendiamo un velo pietoso, poi, su chi carica sui social la foto del nuovo smartphone...Fonte Leggo


2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07