"20 terroni deceduti, la grande notizia", rabbia e disgusto per il post della vergogna

Rabbia, indignazione, disgusto. Per quei post infami, che oltraggiano e fanno male, anche se qualcuno magari li liquiderà come battute. Su Twitter e non solo, sotto l'hashtag #PrayForPuglia, accanto ai messaggi di cordoglio per le vittime dello scontro frontale tra due treni avvenuto ieri, corre lo sdegno per chi, mentre l'Italia piange i suoi morti, ha esultato per la tragedia.

"Sono disgustata" scrive una utente. Il post a cui si riferisce ha questo contenuto: "20 terroni deceduti e circa 35 i feriti gravi. Questa è la grande notizia che ho appena sentito. 20 non sono tanti, ma è pur sempre meglio di niente. Che Dio benedica i malfunzionamenti e i disagi che affliggono sempre più la terronia".

Un post della vergogna, che non sembra isolato. Attraverso screenshot c'è chi commenta almeno altri due messaggi dello stesso tenore: "Volevo rassicurare tutti coloro che si sono preoccupati, l'incidente è avvenuto a Bari, non in Italia, potete stare tranquilli", e ancora, "enniente dormo due orette e scopro che in Puglia è avvenuto un incidente. Dovrei dormire più spesso".

L'indignazione è unanime: "sciacalli", "dovreste solo vergognarvi!", "a me viene da vomitare". Sul post della "grande notizia" c'è chi osserva: "Non so se mi fa più paura lui o chi ha messo mi piace". Come non dargli ragione. Fonte Adnkronos


2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07