Non vuoi sprecare troppo tempo? Ecco i consigli per recuperare

A volte ci vorrebbero giornate di 30 ore per riuscire a fare tutto quello abbiamo programmato. Ci sono i bambini di portare a scuola, la spesa da fare, il lavoro e la palestra. Un insieme di impegni che si trasformano in una montagna insormontabile quando il tempo non è abbastanza. E difficilmente lo è.
Ci sono però alcune accortezze per organizzare le proprie giornate lavorative e non buttare via tempo (che potrebbe essere utilizzato per se stessi). Come fare? Intanto iniziando a riconoscere che il principale motivo per il quale il tempo non basta mai è perché ognuno non sempre tratta le ore e i minuti come una preziosa risorsa.
"Se sprecassimo il cibo nello stesso modo in cui facciamo con il tempo, saremmo tutti malnutriti". E' quanto sostiene Sydney Finkelstein, professore di Management alla 'Tuck School of Business' e insegnante al Dartmouth College di Hanover, in New Hampshire. Per limitare i danni da 'tempo perso o sprecato' - e cercare di proteggerlo quanto più possibile e utilizzarlo in modo efficente - consiglia di seguire cinque semplici regole:

CHIUDERE LA POSTA ELETTRONICA Non solo su pc o computer portatile ma anche su smartphone, iPad e su ogni dispositivo a portata di orecchio (soprattutto nel caso di suono impostato alla ricezione di un nuovo messaggio). Scegliete poi un orario in cui controllare - in un'unica volta - la posta, evitando di farlo 2, 3 o 4 volte al giorno. E applicate la regola 'one and done' (una cosa, fatta): rispondete sul momento, non rimandate a dopo e cancellate spesso.

LIMITARE LE RIUNIONI Non potendo eliminare le riunioni dalla propria vita, smettete di andare a tutte solo perché pensate di doverci essere; ma se proprio dovete andare, perché è richiesta la vostra presenza, pianificate un tempo alla fine per appuntarvi rapidamente i punti salienti e avere tutto chiaro in mente, senza doverci ritornare più volte.

APPROFITTARE DEL TEMPO LIBERO Siete su un volo? Un viaggio di due ore in treno? Usate queste ore per sistemare ciò che può essere sistemato, così da non dover fare cose affrettate. Essere in aereo, per esempio, con quell''isolamento forzato' dalle richieste altrui, ha il vantaggio di tener lontana la pressione e offre un momento (quasi) libero da distrazioni.

IMPOSTARE DELL SCADENZE Si può cercare di ottenere un maggiore controllo sul proprio lavoro e su come svolgerlo. Finito un compito, passate al successivo. O se un progetto vi blocca, andate oltre per tornarci quando vi sentite mentalmente più freschi e riposati.

FARE AUTO-VALUTAZIONI Ogni mese, a mente fredda, guardate sul calendario o sulla vostra agenda e valutate come avete usato il vostro tempo durante le quattro settimane precedenti. E fatevi la seguente domanda: "Sei orgoglioso di come hai speso il tuo tempo?". Visto che anche le migliori intenzioni non bastano a rompere vecchie abitudini, se siete davvero intenzionati a farlo, prendete quello che di buono c'è stato e andate avanti così. Fonte Leggo

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07