Furti estivi, ecco l'ultima invenzione dei ladri per non farsi sentire mentre rubano

Due georgiani e un russo sono stati arrestati dalle volanti della questura di Venezia che li hanno sorpresi a rubare in un appartamento, al quarto piano di una palazzina di Mestre. L'intervento è avvenuto alle 5 dopo una segnalazione al 113. Gli agenti, nel buio, hanno atteso l'uscita dall'appartamento dei due ladri, immobilizzandoli. Il terzo è stato invece bloccato sul tetto sul quale era salito tramite una botola per tentare la fuga.
Per consentire la discesa in sicurezza del ladro e del poliziotto è stato necessario l' intervento dei Vigili del Fuoco. Ispezionando la casa, i cui proprietari si trovano all'estero in vacanza, i poliziotti hanno constatato che il gruppo si era introdotto nell'appartamento salendo sul tetto tramite un lucernario in cima all'ultimo ramo di scale, e da lì si era calato sul terrazzo dell'appartamento entrandovi scassinando una porta finestra. I tre si erano portati appresso strumenti da effrazione di ogni tipo, e vicino alla porta dell'appartamento avevano già collocato tre borsoni con refurtiva varia.
Ma soprattutto, nel giro di alcuni minuti i tre ladri erano quasi riusciti ad asportare dal muro la cassaforte. Al fine di attutire per quanto possibile i rumori provenienti dall'appartamento avevano addirittura disposto dei tappeti di gommapiuma sul pavimento, al di sotto del punto in cui stavano operando. Fonte Leggo
2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07