Bimba di 7 anni cade dal quinto piano e muore

Incredibile dramma a Palermo. Michelle Livigni, una bambina di 7 anni, è morta in serata dopo essere caduta dalla sua abitazione al quinto piano: gli investigatori stanno valutando se si sia trattato di un incidente o se la piccola, in castigo per aver rubato una gomma da masticare, abbia volontariamente compiuto il gesto.

La bambina abitava con il padre, palermitano, e la madre, una cittadina nigeriana, in via Corradino di Svevia. A raccontare ai carabinieri l'episodio è stata la madre che ha riferito che la figlia era in punizione per avere rubato una gomma da masticare, quando a un certo punto è uscita correndo dallo sgabuzzino. Non è chiaro se si sia buttata giù o se sia caduta.

Secondo i racconti dei testimoni si tratterebbe di una famiglia assolutamente normale, con rapporti sereni tra i coniugi. La bambina aveva un fratellino di 5 anni. Gli investigatori stanno accertando se ci siano altri testimoni. Non è escluso che verrà sentito il fratellino.

IL PROCURATORE: SERVONO ALTRE INDAGINI «La vicenda è ancora tutta da chiarire: servono ulteriori approfondimenti investigativi». Lo ha detto il procuratore di Palermo Francesco Lo Voi a proposito della morte di una bambina di sette anni caduta dal quinto piano del palazzo in cui abitava e morta, poco dopo il ricovero, all'Ospedale dei bambini. La piccola era in castigo perché, ieri, aveva rubato una gomma da masticare in un supermercato. Non è ancora chiaro se sia corsa via e sia caduta incidentalmente o se si sia trattato di un gesto volontario. Sulla tragedia indagano i carabinieri della compagnia di San Lorenzo. Fonte Leggo

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07