Yara: pg Cassazione, "Bossetti deve restare in carcere"

Massimo Giuseppe Bossetti, imputato per l'omicidio di Yara Gambirasio, deve restare in carcere. E' quanto ha sostenuto il pg di Cassazione, Giuseppe Corasaniti, davanti ai giudici della Prima sezione penale della Suprema Corte, che oggi sono chiamati a decidere sull'istanza di scarcerazione avanzata dai difensori di Bossetti. Il pg, durante la camera di consiglio, ha sollecitato il rigetto del ricorso sostenendo che vi e' il rischio di reiterazione del reato. La difesa di Bossetti ha deciso di ricorrere in Cassazione contro l'ordinanza del Riesame di Brescia che, il 10 marzo scorso, ha confermato il 'no' del gip di Bergamo alla richiesta di revoca della misura cautelare in carcere. La Suprema Corte si era espressa a favore della custodia cautelare in cella per Bossetti gia' nel febbraio scorso.
  Per Bossetti, intanto, si e' aperto qualche giorno fa il processo davanti alla Corte d'Assise di Bergamo: e' lui l'unico imputato per l'omicidio di Yara. La tredicenne scomparve a Brembate di Sopra il 26 novembre del 2010 e il suo corpo fu ritrovato nel febbraio 2011 in un campo non molto distante dal luogo della scomparsa. La decisione dei giudici della Cassazione, presieduti da Maria Cristina Siotto, e' attesa tra stasera e domani. (AGI) .

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07