Tabaccaia uccisa, fermato un uomo: «Ha confessato, movente è la rapina»

Risolto il giallo della tabaccaia uccisa ad Asti. Un uomo - 46 anni, italiano - è stato fermato dai carabinieri con l'accusa di essere l'assassino di Maria Luisa Fassi, la donna di 53 anni uccisa lo scorso 4 luglio. L'uomo ha confessato.

L'uomo fermato si trova ora nella caserma dei carabinieri di Asti, dove i militari dell'Arma lo stanno interrogando. All'interrogatorio è presente il pm Luciano Tarditi, che ha coordinato l'inchiesta sull'omicidio della tabaccaia.

Il fermato è un incensurato. Si tratta di Pasqualino Folletto, magazziniere di 46 anni. L'uomo, si legge in una nota diffusa dai militari dell'Arma, ha reso «piena confessione». Fonte Il mattino

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07