Mostro di Foligno, 3 anni in una casa di cura: "E' pericoloso"

Il tribunale di sorveglianza di Firenze ha accertato la pericolosità sociale di Luigi Chiatti, noto come il mostro di Foligno, e ha dichiarato eseguibile la misura di sicurezza in una casa di cura e custodia per un periodo minimo di 3 anni dopo la fine della pena. Chiatti a settembre finirà di scontare la pena per aver ucciso i piccoli Simone Allegretti e Lorenzo Paolucci. Il legale dei familiari delle vittime: "Poche garanzie dall'internamento".
"Il provvedimento non offre alcuna soluzione di natura pratica. Esso non incide sulla sostanziale e definitiva risoluzione della vicenda omicidiaria", dice l'avvocato Giovanni Picuti, legale dei familiari delle vittime di Chiatti, Simone Allegretti e Lorenzo Paolucci. "Il periodo di internamento stabilito dalla corte d'assise - prosegue il legale, in una nota - in considerazione della avvenuta soppressione degli Opg, dà poche garanzie.

Le nuove strutture che il ministero della Sanità dovrà predisporre non possono costituire validi equipollenti alle carceri giudiziarie, i soli luoghi in grado di prevenire rischi di reiterazione di così gravi reati come quelli commessi dal 'Mostro di Foligno', che tale era e tale rimane". "Il controllo dell'internato, fissato per la durata di tre anni, non può essere demandato ad infermieri o medici", conclude Picuti. Fonte Tgcom

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07