Picchiavano disabile e lei restava a guardare: prof sospesa

Venti giorni di sospensione e stipendio decurtato del 50%. Questa la sanzione nei confronti di Elena Agliotti, l'insegnante colpevole di non essere intervenuta quando quattro alunni picchiavano sotto i suoi occhi una compagna disabile e riprendevano la scena con il cellulare. Le immagini, girate in un istituto alberghiero del Vercellese e postate su Facebook, avevano creato grande scalpore. Sospesi anche gli autori del gesto.
La professoressa di inglese compariva più volte nei 24 secondi del video e restava insensibile anche alle richieste in lacrime dell'alunna oggetto di sputi e percosse. La decisione dell'Ufficio scolastico regionale di Torino arriva a cinque mesi dai fatti. Il reintegro dell'insegnante dovrebbe avvenire a esami di maturità in corso.

Venti giorni di sospensione sono il doppio della sanzione massima che può infliggere un dirigente scolastico. Per arrivare a questa decisione è stato però necessario l'intervento in prima persona degli uffici del ministero.

Ben peggio è andata agli autori materiali del gesto, tutti e quattro tra i 15 e i 16 anni. Due di loro erano stati sospesi da marzo fino alla fine dell'anno scolastico, con bocciatura praticamente certa; gli altri invece erano stati allontanati per due mesi. Ma il legale di una delle alunne annuncia: "Se la Procura accerterà la responsabilità degli insegnanti, potremmo ritenerci parte offesa e costituirci parte civile". Fonte Tgcom

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07