Napoli, uccide il rivale in amore dandogli fuoco

Ha dato fuoco al rivale in amore uccidendolo. Il fatto è avvenuto giovedì sera ad Acerra, in provincia di Napoli, dove un uomo ha versato liquido infiammabile su un 51enne appiccando poi le fiamme. La vittima, Raffaele Di Matteo, è morta al Cardarelli di Napoli venerdì mattina per le gravi ferite. I carabinieri di Acerra e di Castello di Cisterna hanno rintracciato e portato in caserma il presunto autore del gesto.
Si chiama Vincenzo Di Balsamo il 38enne accusato di avere cosparso di benzina e dato alle fiamme, ad Acerra (Napoli), Raffaele Di Matteo, 51 anni, morto nel centro grandi ustionati dell'ospedale Cardarelli. Di Balsamo, rintracciato e portato in caserma, è in stato di fermo.

Secondo i primi accertamenti si sarebbe trattato di un gesto di natura passionale. Di Matteo, devastato dalle fiamme, è riuscito a raggiungere con la sua auto un vicino presidio ospedaliero, Villa Dei Fiori. Da lì è stato trasferito al Cardarelli dove è deceduto dopo un repentino aggravamento delle condizioni di salute, apparse critiche già all'arrivo nell'ospedale. Ora per il fermato il capo di imputazione è omicidio. Fonte Tgcom

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07