Fidanzate virtuali, per ascoltare le vostre lamentele

I soldi non possono comprare la felicità, ma a quanto pare possono comprare almeno la simpatia e la compassione. In Cina è possibile affittare una fidanzata per 5 dollari al giorno, per sentirsi dire qualche parola di incoraggiamento e potersi sfogare dei problemi lavorativi.
I clienti possono scegliere tra diverse personalità di fidanzata virtuale, come “bambola”, “donna matura”, “ragazza della porta accanto”. Una volta scelta la fidanzata, il costo dipende dai servizi che si richiedono: chiamata di sveglia mattutina, telefonata di buonanotte, oppure telefonate durante il giorno (anche preoccupate, se lo si desidera).
Xiaomi ha iniziato a fare la fidanzata virtuale per aumentare il numero di visite al suo sito di e-commerce, e racconta che non è un lavoro facile specie perché bisogna tenere traccia di tutti i clienti e essere sempre pronte al telefono, chiamando e rispondendo prontamente i clienti.  Ma il successo dell’attività è stato notevole, tanto che ora ha assunto sette ragazze per aiutarla come fidanzate virtuali.
I clienti sono entusiasti del servizio, che con pochi soldi sembra consentire loro di avere un’amica virtuale e superare dei momenti di noia. Forse per questo la maggior parte delle chiamate sono fatte e richieste di sera, quando magari chi ha poche “capacità sociali” si sente più solo.  Un servizio simile esiste anche per le donne, anche se sembra che il successo sia minore.
E se proprio vi sentite soli, e il telefono non basta, un gruppo di ricercatori giapponesi ha inventato la “giacca che vi abbraccia come una fidanzata”. Fonte Notizie del mondo

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07