Sullo stragista l'ombra del clan: nascondeva a casa 16mila euro

Spunta un tesoretto di 16.650 euro in contanti nascosti nell’abitazione di Giulio Murolo, l’infermiere che venerdì scorso ha ucciso quattro persone a Secondigliano. Ieri gli inquirenti hanno anche perquisito gli armadietti dell’ospedale Cardarelli dove il cecchino prestava servizio come infermiere
Tanti tasselli da mettere insieme, a partire dall’ultimo elemento misterioso: la presenza di oltre 16mila euro in casa. Una discreta sommetta, come ha fatto Murolo a metterla da parte? Indagini anche sulle armi, dal momento che nella sua abitazione c’era di tutto. Un vero arsenale. Ieri è stato diffuso un video sulle fasi più concitate della sparatoria (disponibile sul sito del Mattino). Immagini choc, che attestano rabbia e incredulità da parte delle persone che abitano in via Miano, di fronte a quel pazzo che sta scatenando un inferno dal balcone di casa. Fonte il mattino

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07