Pordenone, in auto tracce killer  Post su Facebook: "Ti sta bene"

Mentre si fa strada una pista che porta in Svizzera, i carabinieri del Ris di Parma hanno trovato nell'automobile dove la coppia di fidanzati di Pordenone è stata uccisa tracce biologiche diverse dal sangue della vittime, Trifone Ragone e Teresa Costanza. Si tratta in particolare di capelli che potrebbero appartenere al killer.
Gli investigatori, riferisce Il Gazzettino, non sottovalutano questo ritrovamento, perché sono convinti che per sparare da distanza così ravvicinata il killer sia stato costretto a introdursi all'interno della Suzuki Alto di colore bianco. Ciò sarebbe confermato anche dal fatto che solo un bossolo è stato ritrovato all'esterno, mentre gli altri cinque erano dentro l'abitacolo.

Intanto gli inquirenti stanno scandagliando le frequente trasferte in Svizzera dei due fidanzati: Trifone e Teresa frequentavano la palestra Cross Fit di Lugano, gestita da un amico dell'uomo. Si ipotizza che tali viaggi potrebbero essere legati al commercio di anabolizzanti oppure a questioni finanziarie. Altre piste che si aggiungono alle molte ancora aperte: la vendetta dopo una rissa, il delitto passionale e la criminalità organizzata.

Post di minaccia su Facebook - Sul profilo Facebook di Teresa Costanza è apparso un post di minaccia da parte di 20enne kosovaro: "Ti sta bene così non vai più in discoteca". Secondo uno degli utenti, il giovane sarebbe stato picchiato una sera in discoteca, versione smentita dallo stesso kosovaro.Fonte TgCom

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07