Non si fa interrogare al posto del bullo: 14enne picchiata

Una ragazza delle scuole medie è stata bastonata da un bullo di 14 anni perché si è rifiutata di offrirsi come volontaria per l'interrogazione. E' successo in provincia di Reggio Emilia. Anche se alla fine il bullo non è stato interrogato, non ha accettato il rifiuto di obbedire ai suoi ordini e così, una volta usciti da scuola, ha spintonato e poi picchiato la sua coetanea.
La 14enne è tornata a casa dolorante e, come riporta "La Gazzetta di Reggio", ha raccontato tutto ai genitori che per prima cosa l'hanno accompagnata all'ospedale, dal quale viene dimessa con una prognosi di guarigione di alcuni giorni. Dopodiché si sono rivolti ai carabinieri e il bullo è stato denunciato per le percosse.

Le indagini dei carabinieri hanno portato alla luce che da mesi il bullo aveva un costante atteggiamento persecutorio nei confronti della giovane, obbligata dietro minacce ad eseguire per lui i compiti a casa. La ragazza veniva anche insultata su una chat di gruppo di WhatsApp. Per questo il bullo è stato segnalato alla procura minorile di Bologna con l'accusa di ingiurie.Fonte TgCom

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07