Loris, depositata l'autopsia: «Il bimbo fu ucciso con fascette compatibili con quelle della madre»

Il piccolo è morto tra le 08.30 e 10 del 29 novembre 2014 per asfissia da strangolamento, causate da fascette di plastica compatibili con quelle consegnate dalla mamma Veronica Panarello.

Vengono smentite le ipotesi di violenza sessuale sul bambino, come divulgato in un primo momento. Loris non ha mai subito abusi sessuali di nessun genere.

Ora il Gip di Ragusa ha fissato per l’11 marzo l’incidente probatorio sull’acquisizione dei filmati delle telecamere di sicurezza.Fonte Il Mattino

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07