29enne ai domiciliari vuole tornare in cella e spara a tre carabinieri

Un uomo ha ferito a colpi di pistola tre carabinieri della caserma di Gallarate (Varese) ed è stato arrestato. I tre militari, di cui solo uno è in condizioni gravi, sono stati ricoverati e non sarebbero in pericolo di vita. L'aggressore, ai domiciliari per un precedente tentato omicidio, si era presentato in caserma perché voleva tornare in carcere. Tenuto in camera di sicurezza a un certo punto si è impadronito di una pistola e ha sparato.
Il pregiudicato Salvatore Marchese di 29 anni si era presentato alla caserma dei carabinieri di Gallarate per chiedere di rientrare in carcere. Era infatti sofferente al regime domiciliare e preferiva la cella. L'uomo lo scorso giugno era stato fermato per un tentato omicidio in un bar della città.

I carabinieri lo hanno quindi trattenuto nella camera di sicurezza e attorno a mezzanotte, per cause ancora da stabilire, il pregiudicato è riuscito a impadronirsi di una pistola e ha cominciato a fare fuoco. Due carabinieri sono rimasti feriti alle gambe, un terzo, il più grave, ha ricevuto due colpi di pistola all'addome. Nessuno dei feriti fortunatamente è in pericolo di vita.

Il pregiudicato ha quindi abbandonato l'arma a terra ed è fuggito. I colleghi dei tre feriti lo hanno però trovato praticamente subito a casa dei suoi genitori, sempre a Gallarate. Lì è stato arrestato. Fonte TgCom

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07