Il partner è infedele? Ecco come scoprirlo. Lo studio rivela il particolare "decisivo"

Il partner è infedele? Un modo per scoprirlo c'è: basta misurargli la lunghezza delle dita. Un gruppo di ricercatori dell'Università di Oxford ha infatti scoperto un legame tra le dita e la propensione al tradimento: se l'anulare è più lungo dell'indice della stessa mano si è più portati all'infedeltà.

La causa sarebbe dovuta alla quantità di testosterone che il feto sviluppa all'interno dell'utero materno. Si tratta dell'ormone legato al sesso.
Per arrivare a questa conclusione è stato preso in esame un campione di 1300 persone. Nel 57% degli uomini e nel 47% delle donne è stata trovata piena corrispondenza tra l'attitudine a tradire e l'anulare più lungo. Inoltre, più le dita sono affusolate più gli amori sono corti. Chi aveva indice e anulare della stessa lunghezza era in grado di costruire un rapporto solido e stabile.

Il coautore dell'articolo su questo studio scientifico Robin Dunbar sostiene tuttavia che il comportamento umano è influenzato da diversi fattori come l'ambiente e l'esperienza di vita, che sono più determinanti nel tradimento rispetto a quello che accade nell'utero materno. Fonte Leggo

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07