Loris, la zia: "Aiutateci a trovare lo zainetto" Fatti ritrovare gli slip davanti alla scuola 

"Se sapete parlate. Aiutateci a trovare lo zaino di Loris". E' l'appello lanciato su Facebook da Antonella Stival, la zia del piccolo Loris, il bimbo di 8 anni ucciso a Santa Croce Camerina, nel Ragusano. Il cacciatore che ha trovato il corpo del bambino risulta indagato: "Atto dovuto", chiariscono i pm. Trovato un paio di slip blu davanti alla scuola frequentata da Loris. Sfogo del procuratore di Ragusa, Carmelo Petralia: "Nessun aiuto dalla popolazione".
Secondo alcune indiscrezioni, non confermate però dagli investigatori, il bimbo era senza slip al momento del ritrovamento. A notare l'indumento è stata un'animatrice che lavora in un campo scuola privato, Loredana Bizzini. Gli slip erano a terra, sul marciapiede. Secondo quanto si è appreso è poco probabile che lo slip fosse lì già lunedì perché la zona è frequentatissima. Un'altra donna, una mamma con un bambino, ha detto agli investigatori di averli visti sulla strada e di averli messi sul marciapiede.

Indagini proseguono senza sosta - "No, non ci sono riscontri": così fonti investigative commentano indiscrezioni di stampa sul ritrovamento di tracce di Dna di Orazio Fidona, il cacciatore che ha ritrovato Loris Stival, sul corpo del ragazzino. Fidona è stato sentito nuovamente fino all'1.30 di notte dagli investigatori. In questura è stato anche sentito un 18enne, un vicino di casa.

Cacciatore è indagato: atto dovuto - Orazio Fidone risulta indagato nell'ambito dell'inchiesta sulla morte del bimbo. L'atto disposto dalla Procura è dovuto per eseguire un esame tecnico irripetibile: accertamenti su due vetture e sui vestiti dell'uomo. La misura, inoltre, permetterà all'indagato di nominare un legale e un perito di parte.

Il fascicolo aperto dal procuratore e dal sostituto Marco Rota ipotizza i reati di sequestro di persona e omicidio.

Fidone nterrogato per ore- Attorno all'1.30 di notte è tornato a casa, a Santa Croce Camerina, dopo una lunga deposizione in qualità di persona informata dei fatti, Orazio Fidone, il cacciatore che ha trovato il cadavere di Loris Stival. Fidone è stato sentito, in assenza di avvocato, sul ritrovamento di munizioni nella sua abitazione. Secondo quanto si è appreso, non era in possesso delle necessarie autorizzazioni a detenerle.

Appello della zia: "Se sapete parlate" - "Dateci una mano a trovare lo zainetto di Loris e se sapete parlate". E' l'appello lanciato su Facebook dalla zia del piccolo Loris, Antonella Stival. Gli investigatori non sono ancora riusciti infatti a trovare lo zaino blu e giallo che Loris portava in spalla quando, sabato mattina, è uscito di casa

Sospetti su un 15enne e l'amico di famiglia - Non c'è però solo il cacciatore tra le possibili piste seguite dagli inquirenti. Si cercano riscontri anche su alcune testimonianze, fornite dagli amici di Loris. Il bimbo pare che frequentasse un ragazzo più grande, un 15enne. Si cerca infatti nelle telecamere della zona la presenza dello scooter di questo ragazzo nelle ore in cui il bimbo è scomparso. La terza pista che stanno battendo in Procura è quella dell'amico di famiglia o comunque una persona familiare al piccolo. Qualcuno che lo abbia avvicinato e convinto a seguirlo.

Procuratore: "Dalla popolazione nessun aiuto" - "Abbiamo lanciato diversi segnali alla popolazione e con mio stupore non è arrivata alcune segnalazione". Così il procuratore di Ragusa Carmelo Petralia commentando con i giornalisti la mancanza di collaborazione dei cittadini di Santa Croce Camerina con gli inquirenti. "Da un punto di vista sociologico e culturale - ha aggiunto - mi riprometto di studiare e capire meglio". "Rimane però - ha detto il procuratore Petralia - l'esigenza di avere qualche indicazione utile".

Gli abusi e gli slip mancanti - Anche se in procura continuano a dire che l'ipotesi degli abusi al momento non ha riscontri, da fonti investigative trapelano indiscrezioni agghiaccianti. Loris sarebbe stato trovato senza slip e coi pantaloni slacciati. Particolari che non fanno altro che rinfocolare la tesi secondo la quale alla base dell'omicidio ci sarebbe un movente sessuale.

Notte di indagini e sopralluoghi di Ps e Cc - E' stata una lunga, ennesima, notte di interrogatori, deposizioni raccolte e sopralluoghi: Polizia e Carabinieri proseguono le indagini sull'uccisione di Loris Stival. Arrivati sul posto anche esperti biologi della polizia scientifica e dello Sco, che in serata hanno compiuto un sopralluogo, anche con il luminol, nella zona di Mulino Vecchio, nel canalone dove è stato rinvenuto il corpo. Fonte TgCom

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07