Infelici cronici, ecco come riconoscerli: ​sette le abitudini da evitare

A tutti capitano delle brutte giornate, dei periodi no. Ed è insito in tutti il desiderio più o meno realizzabile di essere felici, almeno per un po'. Come si può influire sul proprio stato d'animo? "Il 40 per cento della nostra capacità di esser felici si trova entro il nostro raggio d'azione. Sette le abitudini che distinguono gli infelici cronici", spiega Sonja Lyubomirsky, ricercatrice dell'Università della California, sulle pagine di Psychology Today.

La differenza fra una vita felice e una infelice sta nel quanto spesso e quanto a lungo ci restiamo.
Ecco le 7 abitudini degli infelici cronici.

1. L'atteggiamento dominante è il vittimismo. Il pensiero che la vita è dura ha la meglio su qualsiasi attività. Invece, bisogna assumersi le proprie responsabilità e tentare di uscire da una situazione negativa. La perseveranza nella soluzione dei problemi, invece del lamentarsi delle circostanze avverse, è uno dei sintomi di una persona felice.

2. Non fidarsi delle persone. La gente felice ha la convinzione che nelle persone ci sia del buono e non dà per scontato che tutti cerchino di fregarlo.

3. Concentrarsi su ciò che non va nel mondo, invece che su ciò che va bene è sintomo di infelicità.
La gente felice è ben consapevole dei problemi globali, ma controbilancia le proprie preoccupazioni constatando quanto c'è di buono.

4. Paragonarsi agli altri, con invidia. La gente felice sa che la fortuna e le buone occasioni degli altri capitano a tutti prima o poi e non sono esauribili. Chi invidia si sente privato di qualcosa.

5. Lo sforzo di tenere tutta la vita sotto controllo.
C'è una differenza fra tenere le cose sotto controllo e sforzarsi di raggiungere i propri obiettivi. La gente felice compie passi quotidiani per raggiungerli, ma sa bene che in fin dei conti c'è poco da controllare di fronte ai casi della vita.

6. Guardare al futuro con un misto di preoccupazione e di timore. Bisogna accettare le delusioni, ma continuare a sognare a occhi aperti.

7. Riempire le conversazioni di pettegolezzi e lamentele. Gli infelici prediligono vivere nel passato.
La gente felice vive nel presente e sogna il futuro. Fonte Leggo

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07