Prof insulta e picchia studente 14enne: "Essere gay è una brutta malattia"

"Essere gay è una brutta malattia". Così un professore si è rivolto a uno studente 14enne, prendendolo poi a calci davanti ai suoi compagni di classe. L'episodio è accaduto in una scuola in provincia di Perugia. I genitori del ragazzo hanno querelato il docente.

Come riferisce Il Giornale dell'Umbria, il professore, quando il giovane gli ha chiesto se stesse parlando di lui, senza indugio ha risposto: "Certo che dico a te, è brutto essere gay. Tu ne sai qualcosa".

Il 14enne gli ha risposto: "Sicuramente, da quando conosco lei". Ciò ha fatto esplodere la rabbia del docente che, stando al racconto dei compagni, gli avrebbe sferrato due calci nelle gambe, per poi afferrarlo violentemente al collo.

Inizialmente il ragazzo non voleva raccontare l'accaduto a nessuno, ma poi una volta tornato a casa si è confidato, tra lacrime di dolore e di rabbia, con i genitori che l'hanno portato in ospedale. Fonte: Tgcom

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07