Le persone preferiscono la fatica fisica a quella mentale

Nonostante piaccia a tutti pensare che gli esseri umani si comportano razionalmente, arrivano continuamente dimostrazioni del contrarioUna ricerca ha sottoposto i partecipanti a quello che in apparenza doveva essere un compito estremamente banale.
I soggetti erano messi in una stanza dove erano presenti due secchi, in posizioni differenti, ed era chiesto loro di spostarne uno a loro scelta fino ad un punto prestabilito, specificando che dovevano scegliere lo spostamento che sembrava loro più semplice.
Dal punto di vista logico, la soluzione ottimale è quella di spostare il secchio che è più vicino al punto di destinazione, dato che in questo modo si fa lo sforzo minore, trasportando il peso del secchio per la distanza più breve.
In realtà nella maggioranza dei casi i soggetti sceglievano il secchio più vicino a loro, anche se questo voleva dire trasportarlo per una distanza più lunga. I soggetti hanno spiegato che avevano fatto quella scelta perché questo dava loro la sensazione di concludere prima il compito: apparentemente, prendere il secchio dava loro la sensazione di avere quasi concluso il compito.
I ricercatori hanno battezzato questo comportamento pre-crastinazione, cioè il tentativo di accelerare la realizzazione di sotto-obiettivi intermedi (nel caso del secchio, completare prima possibile il primo passo “prendere il secchio”). La spiegazione sarebbe che questo approccio semplifica lo sforzo mentale, anche se a costo di un maggiore sforzo fisico. Fonte notizie del mondo

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07