Morì a 23 anni cadendo in un dirupo: fermato il fidanzato

Svolta nelle indagini sulla morte della 23enne cameriera di Grosio (Sondrio), Veronica Balsamo, trovata in un dirupo in Valtellina il 24 agosto. I carabinieri hanno fermato il fidanzato della vittima, Emanuele Casula, 18 anni, indiziato per omicidio e anche per il tentato omicidio di un uomo. Casula, finora era indagato in stato di libertà solo per l'ipotesi di omicidio della donna, forse spinta nel dirupo nel corso di un litigio.
Il tentato omicidio sarebbe avvenuto nei confronti Gianmario Lucchini, 35 anni, chierichetto di Grosotto colpito alla testa e in altre parti del corpo con un cacciavite la notte stessa in cui morì Veronica, a circa 200 metri dalla baita nella quale venne poi rinvenuto lui in gravissime condizioni. La svolta nelle indagini grazie anche all'esito degli esami tossicologici e genetici. Fonte TgCom

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07