La nonna si veste da strega e tortura ​la nipotina di sette anni in garage

Nel garage degli orrori Geneva Robinson, 49 anni, non era più lei. Mutava identità, cambiava nome e, indossando i panni di una strega, torturava la sua nipotina di 7 anni. Le violenze inaudite che si consumavano tra le mura di una casa di Oklahoma City sono emerse quando la bambina è stata portata in ospedale dalla nonna. 

«Non riesco più a controllarla» ha raccontato la donna al personale dell'ospedale. Ma sono bastate poche ore per comprendere che la realtà che si celava dietro quella bugia era più assurda di quanto si potesse immaginare.
La bimba, visitata dai medici, era visibilmente malnutrita e aveva segni di abusi su tutto il corpo: lividi, graffi, contusioni, ustioni ed escoriazioni le devastano la pelle. All'altezza delle caviglie e dei polsi aveva delle ferite profonde infette che facevano pensare che potesse essere stata legata. I dottori hanno immediatamente contattato la polizia mentre cercavano di farsi raccontare dalla piccola cosa le fosse successo. La verità emersa dalle sue parole era al limite con la realtà.
Geneva portava la nipote in garage, indossava una maschera verde e un vestito da strega e si faceva chiamare Nelda dalla bambina. La piccola dormiva legata per terra, senza cibo né acqua per punizione «perché si era comportata male». Durante le sedute di tortura veniva legata per le braccia con dei guinzagli al soffitto e veniva picchiata e frustrata mentre la nonna continuava a ripeterle che «le creature che abitavano in soffitta l'avrebbero presa e portata via durante la notte». La piccola veniva minacciata con un coltello alla gola e doveva sopportare la “prova del fuoco”.
I vicini di casa, quando hanno sentito la storia, sono rimasti assolutamente increduli. Geneva aveva in affidamento altri tre bambini e per tutti era una brava persona che si prendeva cura in maniera egregia dei piccoli. «Se non fosse così grave sarebbe ridicolo - ha detto Tracie Spielman, un vicino di casa - Non posso crederci. Penso solo che non è vero»
Tuttavia la polizia ha trovato le prove a sostegno delle accuse: durante una perquisizione nell'appartamento della donna sono stati trovati un costume da strega, una maschera verde, guinzagli per cani e una frusta. Uno dei bambini che abitava in casa con la vittima ha raccontato che la piccola trascorreva tanto tempo in garage dove mangiava e dormiva da sola.
Adesso tutti e quattro i bimbi sono stati presi in custodia protettiva. Geneva Robinson è stata arrestata con l'accusa di abuso su un minore: è detenuta nel carcere di Oklahoma County con una cauzione di 10mila dollari. Fonte Leggo
2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07