Tv e videogame dopo il lavoro non rilassano ma accrescono stress e senso di colpa

Cercare di rilassarsi davanti latelevisione o giocando con i videogame dopo una giornata di studio o lavoro invece che ridurre lo stress, come spesso si pensa, può aumenatre i sensi di colpa e di fallimento. A stabilirlo è uno studio della Johannes Gutenberg university di Mainz (Germania) e della VU University di Amsterdam, pubblicato sulla rivista Journal of Communication".

La ricerca ha verificato su 471 soggetti come l'utilizzo dalla tv o dei videogame come evasione dalla realtà e per rilassarsi sono in realtà dei fattori che aumentano l'avvilimento. I mdia come anti-stress agiscono come un boomerang: se danno las ensazione di rilassarsi, acuiscono una forma di senso di colpa in chi li usa perché le persone percepiscono di aver perso la possibilità di fare altre cose.

«Stiamo cominciando a capire meglio che l'uso dei media può avere effetti benefici per le persone, ma questo è anche complicato - avverte Leonard Reinecke, co-autore delal ricdrca - i mezzi di comunicazione possono entrare in conflitto con altri compiti e obiettivi meno piacevoli ma comunque importanti, che ognuno di noi ha nella vita di tutti i giorni. In tempi smartphone e multimedialità - conclude - la disponibilità onnipresente di centenuti online sembra essere un peso e un fatore di stress, piuttosto che una risorsa per distendersi e recuperare energie mentali» Fonte il Messaggero

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07