Separazione: via le foto da Facebook! Una sentenza del Tribunale di Napoli

Una sentenza del Tribunale di Napoli, intervenendo in un contenzioso tra due coniugi in corso di separazione, ha ordinato la rimozione delle immagini pubblicate su facebook. Lei infatti aveva pubblicato alcune immagini del suo viaggio di nozze in cui appariva accanto a suo marito. Il giudice monocratico in un procedimento ex art. 700 c.p.c. ha fatto riferimento all'art. 10 della legge 633 del 1941 (Legge sulla protezione del diritto d'autore) ed ha affermato che la donna avrebbe violato Il diritto alla riservatezza dell'ex marito dato che "il ritratto di una persona non può essere esposto, riprodotto o essere messo in commercio senza il consenso di questa''. Come si legge nel testo della sentenza "una interpretazione evolutiva delle norme, che tenga conto dell'evoluzione tecnologica e del mutato costume sociale, non può giungere affatto a ritenere lecita la pubblicazione di una immagine di una persona senza il suo consenso". Difatti anche se l'immagine non è di per sé lesiva dell'onore della persona "l'estrema diffusività della pubblicazione su internet di una fotografia aggrava notevolmente rispetto a qualsiasi altro mezzo il diritto di immagine, che costituisce di riflesso un diritto della persona". La sentenza ha preso corpo nonostante la difesa affermava di aver limitato la visibilità delle foto alla sola cerchia di amici del profilo di facebook e non ad un pubblico presumibilmente più vasto di persone e questo perché "le eventuali regole di privacy possono non essere applicate correttamente dall'utente o aggirate da navigatori esperti". Ciò che fa riflettere è quanto siano frequenti, nell'era dei social network le violazioni più o meno consapevoli della nostra privacy. Spesso chi ne usufruisce non si rende conto di aver violato la privacy anche quando le immagini si riferiscono a persone amiche o che fanno parte del proprio nucleo familiare. Fonte: Studio Cataldi
2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07