Ragazza 16enne uccide un ragazzo per non pagargli una console usata

Una ragazza di 16 anni che davanti al figlio di appena 16 mesi spara con freddezza un colpo di pistola al petto a un ragazzo uccidendolo per rubargli la Playstation. È questa la drammatica storia avvenuta in Georgia. Secondo la ricostruzione della polizia la vittima Daniel John Zeitz di 28 anni aveva messo un annuncio su internet per vendere la sua Playstation 4.

All’incontro per la vendita in un parcheggio si è presentato Nathaniel Vivian, 20 anni, con lui in macchina la fidanzata 16enne e seduto sul sedile posteriore il loro bambino di appena 16 mesi. L’uomo di colore si era finto un potenziale acquirente in realtà voleva rubare la console e ha quindi cercato di strapparla dalle mani di Daniel.

La ragazza seduta in macchina per aiutare il fidanzato nel furto ha estratto la pistola calibro 25 e davanti al figlio senza indugio ha sparato un colpo mortale al petto del 28enne. Il proiettile ha ferito alla mano anche il suo fidanzato. I due sono stati arrestati con l’accusa di omicidio, la ragazza nonostante il 16 anni verrà processata come un’adulta.

I servizi sociali stanno valutando la situazione del bambino della coppia al momento affidato ai parenti di lei. Gli amici di Daniel, un piccola celebrità nei tornei di videogiochi con il soprannome di Phobos, stanno ora raccogliendo su internet i soldi per il funerale e per la famiglia: già raggiunti i 15 mila euro. Una vita non vale una Playstation hanno scritto i compagni di squadra, non la pensava evidentemente così la 16enne. Fonte TgCom

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07