Caserta: bussano alla porta, lui apre e gli piantano un coltello in petto

Notte di sangue nel borgo medioevale di Teano dove, nei meandri di vico Viola, su via Nicola Gigli, un 40enne residente del posto è stato accoltellato in casa da ignoti.

L’aggressione è avvenuta stramattina, non più tardi delle tre. Ad agire sarebbero state almeno due persone che, armate e incappucciate (per evitare di essere riconosciute per strada), hanno bussato alla porta della loro vittima. E pare proprio che l’uomo, Mario Dimitry Jbrel, esperto meccanico ed agricoltore di origini romene, abbia aperto la porta senza troppi problemi; nonostante l’ora tarda.

Segno evidente, secondo gli inquirenti e non solo, che possa trattarsi di persone di cui Dimitry si fidava; o che comunque conosce bene. Di più: probabilmente non immaginava neppure che uno dei due impugnasse un coltello; la stessa arma che, non appena dischiuso l’uscio di casa, si è visto piantare in petto senza tanti complimenti. Il giovane romeno, che la momento dei fatti non era solo in casa, è stato trasportato d’urgenza, dal 118 di Teano, all’ospedale di Sessa Aurunca dove ancora lotta tra la vita e la morte; reduce da un delicato intervento chirurgico.

Per ora, il movente appare del tutto ignoto e si sueguono diverse piste; senza escludere lipotesi della vendetta per motivi passionali. Fonte il mattino

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07