Corpo carbonizzato a Salerno Fermati i due figli della vittima

I Carabinieri di Salerno hanno identificato il cadavere carbonizzato trovato due giorni fa a Occiano di Montecorvino Rovella (Salerno) e hanno fermato due suoi figli per concorso in omicidio, occultamento e distruzione di cadavere. L'uomo è Romano Di Francesco, pregiudicato di Montecorvino Pugliano (Salerno). E' stato con molta probabilità massacrato di botte fino a morire e poi il corpo trasportato sul posto dove è stato dato alle fiamme.
I fermi sono scattati nella notte. A eseguirli nei riguardi della figlia, 44 anni, e del figlio, 42 anni, della vittima sono stati i carabinieri del reparto operativo del Comando provinciale di Salerno.

Fondamentale per l'identificazione del cadavere è stata la denuncia di scomparsa presentata dai familiari di Di Francesco nel pomeriggio di giovedì.

Si indaga per individuare il movente dell'assassinio: pare che l'uomo sottoponesse i figli a continue vessazioni.
Fonte TgCom

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07