Il veterinario confonde le siringhe e uccide il cagnolino. "Errori che possono capitare..."

Il veterinario si confonde e fa una puntura letale al suo cagnolino. «Sono errori che possono accadere», ha detto il medico tentando di giustificarsi, ma il piccolo Guntar, Jack Russell di 14 anni, l'ha pagata cara.

Nicholas Murphy aveva portato il suo cagnolino in clinica vedendo che aveva un po' di

tosse e febbre: «Credevo gli avrebbe dato degli antibiotici, il cane era vecchio ma dopo la visita mi aveva garantito che non si trattava di nulla di grave».

Al posto dell'antibiotico al piccolo Guntar gli è stata fatta una puntura letale. «Non avevo dato alcun permesso e non ho nemmeno avuto la possibilità di dire addio al mio migliore amico», ha raccontato Nicholas.
Il medico si è giustificato dicendo che si è trattato di un errore: «Mi dispiace, era un cane vecchio. Ho già chiesto scusa ora non posso fare altro». Fonte Leggo

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07