Soffoca il figlio disabile poi spara alla moglie

Ha ucciso la moglie e figlio disabile e poi ha chiamato la polizia per costituirsi. E' avvenuto nella notte in un appartamento di via Maria Pezze Pascolato, nella zona del Trionfale a Roma. Secondo quanto si e' appreso l'uomo, un pensionato di 76 anni, ha prima soffocato nel letto con un cuscino il figlio disabile della coppia, di 36 anni, e poi ha ucciso la moglie di 64 anni, con un colpo di pistola alla testa. Dopo il duplice omicidio l'uomo ha chiamato il 113 e si e' fatto arrestare. Il pensionato dopo il duplice omicidio avrebbe riferito agli agenti che lo arrestavano di aver agito per porre fine a una situazione di sofferenza. Le sue dichiarazioni sono ora al vaglio degli investigatori.
  Il primo a morire e' stato il figlio disabile soffocato nel sonno con un cuscino. La moglie dell'uomo, che soffriva di depressione e aveva assunto farmaci, e' stata uccisa con un colpo di pistola alla testa. (AGI) .

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07