Pensieri ossessivo-compulsivi riguardano 94% persone

Il comportamento ossessivo-compulsivo e' piu' comune di quanto si pensi. Secondo un nuovo studio coordinato dalla Concordia University, Canada, il 94 per cento delle persone ha vissuto pensieri, immagini mentali o impulsi (non voluti) di tipo ossessivo. Lo studio internazionale e' stato pubblicato sul 'Journal of Obsessive-Compulsive and Related Disorders' e ha coinvolto persone dei sei continenti e quindici universita'. Adam Radomsky e colleghi hanno scoperto che pensieri, immagini e impulsi sintomatici del disordine ossessivo-compulsivo sono molto diffusi. "Lo studio - ha spiegato Radomsky - ha dimostrato che non e' tanto decisivo se si hanno o meno pensieri del genere, ma cosa si decide di fare di quei pensieri, e come li si affronta". Per esempio, continua lo scienziato, "la maggior parte delle persone che ha il pensiero intrusivo di saltare giu' da un balcone o da una piattaforma della metropolitana potrebbe dire a se stesso che e' una cosa sciocca cui pensare, mentre una persona con disturbo ossessivo compulsivo si preoccupa che il pensiero possa significare che ci sono istinti suicidi. I pazienti con disordine ossessivo-compulsivo sperimentano questi pensieri piu' spesso e con maggior sconvolgimento, ma questi pensieri sembrano essere indistinguibili da quelli che si verificano nella popolazione generale". Fonte: Agi
2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07