Napoli. Tenta di uccidere un transessuale, poi fugge con la Jaguar sul lungomare: preso

L'hanno arrestato all'alba con l'accusa di tentato omicidio e porto abusivo di arma bianca: Marcus Felix Lars Helmke, tedesco di 42 anni.Lo hanno bloccato i carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli, assieme ai colleghi della compagnia Centro, dopo un inseguimento sul lungomare e, nell'auto nera, hanno trovato tre coltelli e una balestra: solo l'ultimo tassello di una storia scioccante ricostruita dai militari.

Ore 5: un uomo adocchia e avvicina un napoletano, di 42 anni, che si sta prostituendo in via Nuova Marina e concorda un rapporto a pagamento. Lo fa salire a bordo della sua Jaguar e si dirige verso un posto isolato, non lontano da Castel Capuano. Durante l'incontro, in auto, improvvisamente aggredisce e accoltella il transessuale che, nonostante le ferite alla gola e a una mano, riesce a fuggire e a chiedere aiuto, rifugiandosi in un bar.

I titolari del bar avvisano i carabinieri. Dopo qualche minuto, gli uomini a bordo di una gazzella del nucleo Radiomobile individuano il violento: è ancora alla guida della sua auto, in transito per le vie del centro.

Inutili i tentativi di imporgli l'alt e costringerlo a fermarsi: il 42enne tenta la fuga ad alta velocità, imbocca via Caracciolo. All'altezza del consolato americano, tallonato dai militari, inverte la marcia ma, al restringimento della carreggiata in piazza Vittoria, perde il controllo della vettura e si schianta contro un palo della luce.

I carabinieri lo tirano fuori dall'auto, tra i fumi che fuoriescono dal cofano e un forte odore di benzina che sembra provenire dall'abitacolo. Sul posto intervengono i vigili del fuoco e scattano gli accertamenti di rito.

All'interno della Jaguar i militari della sezione Investigazioni scientifiche trovano numerose macchie di sangue, una tanica di plastica contenente benzina e il liquido, in parte, è sparso. Sequestrano anche due coltellacci: uno intriso del sangue del transessuale. E ancora, nel bagagliaio, una balestra.

Sotto il sedile del guidatore, un maglione con macchie del sangue. E addosso dell'aggressore un altro coltellaccio, il terzo, e una bomboletta di spray urticante al peperoncino.

Intanto la vittima, trasportata al Loreto mare dal personale del 118, viene ricoverata in prognosi riservata per lesioni da punta e taglio al collo e a una mano.

Sono in corso le indagini per accertare il motivo dell'aggressione e, soprattutto, perché quella tanica di benzina si trovasse in auto: l'uomo, che nell'urto contro il palo ha riportato lesioni a una mano, è ora detenuto a Poggioreale. Fonte Il Mattino

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07