Moglie e figlie segregate in casa, arrestato "padre padrone"

Padre e marito "padrone": maltrattava moglie e figlie, impedendo loro di uscire e di mangiare, minacciandole a suon di botte. Un trattamento che pero' ha riservato anche al figlio maschio, di 13 anni. I carabinieri di Verona hanno messo la parola fine su questa triste storia, arrestando un 50enne tunisino da anni residente in Italia, ritenuto responsabile di aver impedito ripetutamente alla moglie di uscire di casa se non per andare a lavoro e di aver per piu' giorni costretto le due figlie a rimanere nelle rispettive camere, impedendo loro persino di mangiare. I carabinieri hanno accertato che l'uomo, abituato a minacciare e a picchiare anche il terzo figlio di 13 anni, aveva mandato in ospedale, a schiaffi e pugni, la piu' piccola delle due figlie. Fonte Agi

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07