Impiegati a rischio infarto: 34% in piu' per chi sta seduto 5 ore al giorno

Stare seduti per lunghi periodi di tempo aumenta il rischio di attacco cardiaco nell'uomo, anche se si fa attivita' fisica regolarmente. A dirlo un nuovo studio pubblicato su Circulation: Heart Failure, rivista dell'American Heart Association. I ricercatori del Kaiser Permanente in Pasadena, California, hanno scoperto che la prevenzione delle crisi cardiache richiede un approccio in due parti: alti livelli di attivita' fisica e bassi livelli di tempo di sedentarieta'. Si tratta del primo studio che esamina il legame tra il rischio di attacco cardiaco e il tempo che si trascorre stando seduti. Gli scienziati hanno coinvolto 84.170 uomini di eta' compresa fra 45 e 69 anni che non avevano mai avuto attacchi cardiaci. Seguendoli per un periodo medio di otto anni, gli scienziati hanno scoperto che gli uomini che spendevano cinque o piu' ore al giorno seduti, al di fuori del lavoro, avevano il 34 per cento in piu' di probabilita' di avere un attacco cardiaco rispetto a quelli che non restavano seduti piu' di due ore, indipendentemente da quanto si esercitavano. (AGI) .

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07