Bimbo eroe salva 6 persone e muore nel rogo della sua casa

Un bambino di otto anni è morto negli Stati Uniti dopo aver cercato di salvare un parente dalle fiamme. Poco prima dell'alba, a Penfield, cittadina dello Stato di New York, ha preso fuoco la "casa mobile" in cui il piccolo Tyler Doonham e i suoi parenti stavano dormendo. Lui ha svegliato tutti ma, il ritorno nell'abitazione in cui uno zio disabile era rimasto intrappolato, gli è stato fatale.
Sacrificio vano - Non erano neanche le cinque di mattina quando Tyler si è accorto per primo dell'incendio. Il ragazzino ha aiutato dapprima a mettere in salvo sei persone, tra cui due bambini di quattro e sei anni. Poi, accortosi dell'assenza dello zio disabile, Steve Smith, è tornato tra le fiamme e ha cercato di portarlo al sicuro. Un sacrificio vano che gli è costato la vita. I due cadaveri sono stati ritrovati l'uno accanto all'altro. Morto anche il nonno di Tyler, Louis Beach.

Forse un guasto elettrico - Secondo i primi accertamenti, la causa dell'incendio sarebbe un guasto elettrico. Nei giorni precedenti alcuni vicini avevano espresso preoccupazione per il numero di persone che vivevano in quella "casa mobile", abitazione prefabbricata comune negli Stati Uniti.

Colletta online per i funerali - Per aiutare la famiglia, che versa in cattive condizioni economiche, è stata organizzata una raccolta fondi su Internet, sul sito YouCare. La gara di solidarietà ha già raccolto 8.942 dollari che saranno utilizzati per le esequie del piccolo Tyler e per fornire un sostegno monetario. Oltre ai tre lutti, la famiglia ha perso anche la propria abitazione. Fonte TgCom

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07