Uccide la giovane moglie, la suocera, il datore di lavoro e poi si toglie la vita

Un giorno di ordinaria follia a New Orleans: Ben Freeman, 38 anni, ha ucciso la moglie, l'ex suocera e il suo ex datore di lavoro. Poi, ha ferito altre tre persone e infine e poi si è tolto la vita.

Secondo le prime ricostruzioni degli inquirenti, alla base di tutto ci sarebbe una battaglia legale per la custodia dei figli. Gli omicidi sarebbero avvenuti a più riprese e in luoghi a decine di km di distanza l'uno dall'altro.
L'omicida, Ben Freeman, 38 anni, ha attaccato prima i genitori e la sorella della prima moglie, in una cittadina a circa 70 km a sud-ovest di New Orleans. A cadere sotto i colpi di fucile la suocera, mentre gli altri due sono stati feriti e sono in ospedale.
Freeman ha avuto quattro figli dalla prima moglie e contro di lui erano stati emessi dei provvedimenti restrittivi per molestie. Gli era stato concesso di vedere i figli solo sotto supervisione. Dopo il primo omicidio, l'uomo è andato verso l'abitazione del suo ex datore di lavoro, amministratore di un ospedale, e lo ha ucciso con un colpo a distanza ravvicinata, mentre ha colpito la moglie alle gambe. Fonte: Leggo

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07