Truffa un negoziante dimenticando di avergli dato un biglietto da visita

Si era spacciato per poliziotto per truffare un negoziante. Ma aveva dimenticato di aver lasciato alla vittima un biglietto da visita. E così è stato individuato e denunciato. E’ accaduto ieri sera, a Milano, a un uomo di 57 anni.La vittima, che gestisce una pelletteria in via Urbano III, ha chiesto l’intervento dei carabinieri raccontando che un cliente, che si era presentato come ispettore di polizia, aveva acquistato degli oggetti pagando con un assegno scoperto.Ai militari, l’uomo ha spiegato che il cliente si era recato più volte in negozio dicendo di dover acquistare degli oggetti da regalare. Fino a quando, lunedi scorso, si era deciso a comprare un portafoglio, una borsa da donna e una valigetta 24 ore per un ammontare di 700 euro.L'uomo aveva pagato con un assegno non trasferibile a suo nome. Ma due giorni dopo la banca aveva chiamato avvisando che l'assegno era stato emesso da un conto estinto.Il negoziante ha quindi ricordato che durante una delle visite, il truffatore gli aveva lasciato un biglietto con i suoi recapiti. Così i militari hanno deciso di tendergli una trappola, telefonandogli e dandogli un appuntamento. E quando l’uomo si è presentato è stato immediatamente bloccato.In casa sua sono state trovate una placca in uso alla polizia e una pistola giocattolo, oltre a parte della merce che era stata acquistata nella pelletteria. Fonte Adnkronos

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07