Internet: 'vendevano' accesso abusivo a banche dati Inps e Inpdap, due arresti

Avevano impiantato un'attività commerciale che offriva in rete l'accesso a pagamento, tramite un apposito portale web, alle banche dati dell'Inps e dell'Inpdap le due persone arrestate dalla Polizia postale per i reati di accesso abusivo e detenzione abusiva di codici di accesso ai sistemi informatici o telematici. Le indagini sono state svolte da personale del Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (Cnaipic). Nel corso dell'operazione, chiarisce una nota della Polizia, che ha interessato diverse città italiane, sono state eseguite perquisizioni in alcune sedi di società in cui sono risultate attestate le linee adsl da cui hanno avuto origine gran parte delle connessioni verso i database dei due Enti. Denunciate anche tre persone e sequestrati numerosi computer e altri dispositivi utilizzati per commettere i reati, nonché un portale web attraverso il quale venivano effettuati, a pagamento, gli accessi abusivi ai dati dei contribuenti ed il conto corrente verso il quale confluivano i pagamenti dei numerosissimi clienti che avevano acquistato tale ''particolare servizio''. Fonte Adnkronos

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07