Roberto Saviano choc: "Lascio l'Italiae ricomincio da zero. Con un altro nome"

Un addio da parte di Roberto Saviano. Lo scrittore, come riportano le indiscrezioni di "Dagospia", in aula come parte offesa e testimone nel processo per le minacce ricevute durante l'appello del processo "Spartacus" contro la camorra casalese, ha risposto così ad una domanda del pm: "Immagino che la mia vita possa essere libera solo all'estero, in Paesi che possano darmi un'altra identità, così che possa permettermi una vita nuova che comincia da zero".Lo scrittore ha poi aggiunto: "Ho la sensazione di essere un reduce dopo una battaglia. Vivevo a Napoli e immaginavo la possibilità di una carriera universitaria. I rapporti con i miei familiari sono diventati complicati. Il progressivo aumento della scorta rende difficilissima la vita quotidiana. Non esistono passeggiate, nessuna forma di vita normale, non posso prendere il treno ne' la metropolitana o scegliere un ristorante senza concordarlo con la scorta". Secondo il sito sarebbe pronta per lui una cattedra all'università di Princeton. Fonte Leggo

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07