Napoli: travolse i 2 ragazzi dopo la rapina, è omicidio volontario

La procura di Napoli ha presentato ricorso al tribunale del riesame contro la decisione del gip di contestare il reato di omicidio preterintenzionale a Leonardo Mirti, il giovane che lo scorso mese di agosto, in via Posillipo, travolse e uccise due rapinatori in scooter.Secondo il procuratore aggiunto Giovanni Melillo e il sostituto Vincenzo Ranieri, infatti, Mirti, che era alla guida di una Smart e poco prima era stato rapinato dell'iPhone, inseguì e speronò volutamente Alessandro Riccio ed Emanuele Scarallo, che, spinti contro un muro, morirono all'istante: di conseguenza, gli va contestato l'omicidio volontario.
L'udienza è fissata per il prossimo 24 ottobre. Mirti, che è difeso dall'avvocato Bartolo Senatore, ha sempre sostenuto di avere perso il controllo della vettura a causa dello shock per la rapina e dell'asfalto bagnato. Fonte Il Mattino

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07