Stalking. «Torna con me o ti ammazzo»: telefonata choc alla ex

Un inferno di telefonate, minacce, blitz nel suo posto di lavoro fino alla telefonata choc: «Ti ammazzo» La donna ha sopportato, ha cercato di far capire all'ex compagno che nonostante le forti pressioni e l'atteggiamento da stalker lei mai sarebbe tornata con lui. Finchè non ce l'ha fatta più e lo ha denunciato. E così personale della squadra Anticrimine del commissariato di Città di Castello ha denuciato B.F. 53 anni, nato e residente a Perugia, per il reato di stalking nei confronti di B.L., 48 anni, nata a Perugia e residente a Città di Castello. Un rapporto sentimentale durato qualche anno, interrotto a causa dell’eccessiva gelosia del compagno. Ma l'ex non ci sta e inizia a mettere in atto comportamenti persecutori nei confronti dell’ex fidanzata. Continue telefonate, sms, pedinamenti: la presenza dell’ex diventa di fatto un incubo fino alla telefonata choc: «Se non torni con me ti ammazzo». Così, arriva la denuncia a suo carico. Gli accertamenti investigativi permettono non solo di confermare quanto rappresentato dalla donna, ma di ulteriormente amplificare il comportamento fortemente intimidatorio e violento dell'uomo: viene riscontrata la sua presenza sul posto di lavoro dell’ex fidanzata, e in tutti quei luoghi precedentemente frequentati da entrambi, senza che vi fossero giustificati motivi. Un inferno che la donna ora spera sia terminato.Fonte: Il Mattino
2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07