Nocera, trasferita in due ospedali: 39enne muore dopo 5 ore di agonia

Una 39enne di Angri, nel Salernitano, è morta dopo essere stata trasferita da un ospedale all’altro in seguito a un’emorragia interna. Come riporta “Il Mattino”, la donna, Romina Tieso, era giunta all’ospedale Umberto I di Nocera attorno alle 10.45: i medici che l’hanno visitata hanno ritenuto opportuna un’ulteriore consulenza ematologica all’ospedale di Pagani, nonostante nel frattempo la donna avesse avuto un'importante perdita ematica. Qui il primo impedimento: non c’erano ambulanze che potessero trasportare la donna nell’altra struttura, ed è stata quindi accompagnata in auto dal marito. Giunta a Pagani, gli esami cui è stata sottoposta hanno evidenziato una forte carenza di piastrine e la necessità di un ricovero urgente: da qui la decisione di ritrasferirla a Nocera. Sono ormai passate tre ore. Dapprima è stata portata in pronto soccorso, dove le sono state somministrate le piastrine utili a stabilizzare il quadro clinico, ma nel momento in cui le è stato infilato l’ago della flebo avrebbe perso moltissimo sangue. Dopo l’ennesimo trasferimento, stavolta nel reparto di rianimazione, la donna è deceduta attorno alle ore 16 per uno shock cardiocircolatorio. Dopo cinque ore di agonia e una disperata peregrinazione tra gli ospedali della provincia salernitana. Il caso arriva a pochi giorni da un'altra incredibile vicenda di malasanità campana: un paziente affetto dal virus dell'Hiv è morto dopo che quattro ospedali delle province di Napoli e Salerno gli hanno negato il ricovero per la mancanza di posti letto. Fonte: TgCom
2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07