Napoli: stalking a dipendenti Inps, arrestato un 75enne

Stalking a dirigenti e personale dell’Inps. Accade a Napoli dove un uomo di 75 anni, Antonio Izzo, è stato arrestato questa mattina con le accuse di aver pedinato, offeso e pure minacciato i dipendenti dell’agenzia complessa Inps Napoli-Vomero “colpevoli” di avergli revocato un assegno di accompagnamento per i nipoti, perché non più dovuto. Izzo è andato su tutte le furie quando oltre alla revoca dell’assegno ha capito che doveva restituire le somme percepite in maniera indebita negli anni precedenti. Secondo le indagini per quasi 4 anni, dal 2009 in poi, l’uomo avrebbe preso di mira impiegati allo sportello e dirigenti della sede Inps al Vomero molestandoli al punto da costringerli a cambiare le loro abitudini. All’anziano, residente nel quartiere di Scampia, questa mattina è stata notificata dai carabinieri un’ordinanza di custodia cautelare per le accuse di atti persecutori e tentata estorsione. Dopo le formalità di rito nella stazione dei carabinieri “Marianella” all’uomo sono stati concessi i domiciliari, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Il provvedimento restrittivo era stato emesso il 3 settembre dal giudice per le indagini preliminari di Napoli.
2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07