Bastano sei ore per dimenticare la paura

Gli esseri umani hanno una "finestra" di sei ore di tempo per cancellare i ricordi più paurosi. A dirlo i ricercatori della New York University che hanno misurato il tempo che serve ad un grande spavento per diventare un trauma che non si dimentica più. Lo studio pubblicato su Nature ha preso in esame alcuni volontari "cablati" con elettrodi in grado di trasmettere una lieve scossa elettrica mentre venivano distratti con immagini di quadrati colorati. In una seconda fase gli scienziati hanno cercato di "lavar via" gli spiacevoli ricordi con un approccio più "soft" e appurando che le immagini colorate senza stimoli dolorosi dovevano essere ripresentate entro sei ore per rendere più semplice dimenticare. Obiettivo, spiega Elisabeth Phelps, coordinatrice dello studio, controllare la paura e gestire le emozioni senza farmaci e in modo più naturalistico: "Le persone devono rendersi conto che è la memoria ad essere paurosa - dice Phelps - e non la realtà". Fonte: Salute 24
2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07