Bambina di tre anni denunciata per “comportamento antisociale”

La polizia inglese è finita al centro delle polemiche per avere denunciato una bambina di tre anni e le due sue amiche. Ma a lasciare perplessi è anche lo stato dei rapporti tra vicini nelle cittadine inglesi. Caidence Leadbitter, 3 anni, e le sue amichette Isabel di 4, e Ellie-Louise di 7 stavano giocando nel giardino della casa della piccola quando qualcuno ha notato che prendevano a calci gli alberi e avrebbe chiamato la polizia. La polizia ha inviato alla bambina un richiamo scritto per “comportamento aggressivo e intimidatorio”, un ammonimento (chiamato ASBO – anti-social behaviour order) che però normalmente viene fatto ai giovani che sono coinvolti in reati minori come taccheggio e piccoli furti, prima di una denuncia vera e propria. Un portavoce della polizia di Solihull ha spiegato che “Si sa che ai bambini piace giocare all’aperto, ma questo si è esteso a danni agli alberi e al calpestamento di piante. Non è una situazione ideale, e i vicini anziani si sentono intimiditi da qualunque gruppo numeroso di bambini radunati”. Le madri delle bambine si sono dette oltraggiate, nonostante la polizia abbia spiegato che quello inviato non era un vero ASBO, perché appunto la legge non prevede che possa essere inviato a individui che hanno meno di 10 anni: le madri sottolineano che nella sostanza è la stessa identica cosa e quel che preoccupa loro non sono le conseguenze penali, ma l’ambiente educativo e sociale della citta. La madre di Isabel e Ellie-Louise ha dichiarato: “Non voglio che stiano tutto il giorno in casa a guardare la TV. Vorrei proprio sapere chi possono intimidire nella zona.”. Fonte: Notizie del Mondo
2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07