Uomini più insensibili:il record spetta ai trentenni

Siamo programmati in modo diverso: le donne si sentono più in colpa degli uomini. E non è il senso di colpa femminile a essere troppo spiccato: è quello maschile a essere, invece, troppo poco pronunciato. Gli uomini, in poche parole, sono più insensibili. In particolare quelli tra i 25 e i 33 anni, a cui spetta il "record dell`insensibilità interpersonale". A sostenerlo è uno studio condotto dai ricercatori dell`Università dei Paesi Baschi guidati da Itziar Etxebarria e pubblicato sullo Spanish Journal of Psychology.La ricerca è stata effettuata su tre gruppi di persone divisi per età - 156 adolescenti, 96 giovani adulti (25-33 anni) e 108 adulti (40-50 anni) - ed equamente composti da maschi e femmine. I volontari sono stati sottoposti alDavis Empathetic Concern Scale, noto test per calcolare il livello di sensibilità interpersonale, e a un questionario sul senso di colpa creato appositamente per lo studio.Dall`incrocio di dati è emerso che il punteggio di intensità della colpa abitualmente sperimentata era, in tutti e tre i gruppi di età, significativamente più alto nelle donne. "Questa differenza è particolarmente marcata nel gruppo degli adulti dai 40 anni in su", sottolinea Etxebarria. I dati suggeriscono inoltre che le adolescenti e le giovani donne hanno punteggi più elevati rispetto ai maschi della stessa età: "Questo risultato è probabilmente dovuto a certe pratiche educative che responsabilizzano più le ragazze rispetto ai loro coetanei, e che sono ancora molto diffuse nonostante si creda il contrario", spiega l`esperto.Chi è, tra le varie fasce d`età, a soffrire di meno? Il record dell`insensibilità interpersonale e dell`assenza di empatia, concludono gli studiosi, spetta agli uomini tra i 25 e i 33 anni. fonte salute 24

2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07