Suicidi: test del sangue potrebbe prevedere rischio

Il rischio suicidio potrebbe essere rivelato da un test del sangue. Almeno questo e' quello che ritengono gli scienziati della Indiana University School of Medicine che hanno scoperto che una serie di biomarcatori Rna nel sangue potrebbero aiutare a identificare le persone a rischio di commettere suicidio. I biomarcatori, come si legge su Molecular Psychiatry, sono stati trovati in livelli significativamente piu' elevati nel sangue dei pazienti con disturbo bipolare e pensieri suicidi, oltre che in soggetti che si erano suicidati. In particolare, gli scienziati hanno scoperto che il marcatore SAT1 e una serie di altri marcatori forniscono un forte segnale biologico associato a pensieri suicidi. '"Questi biomarcatori riflettono piu' di un attuale stato di maggiore rischio suicidio: offrono anche una prospettiva di rischio a lungo termine", ha commentato Alexander B. Niculescu III, fra gli autori della ricerca. Gli scienziati sottolineano, tuttavia, che lo studio ha riguardato solo soggetti maschili. Fonte: Agi
2015 Psicogiuridico.it. Associazione Interdisciplinare di Psicologia e Diritto - C.F. 95131130635. E-mail: info@psicogiuridico.it - Tel: 081.553.91.78 - Fax: 081.011.16.07